Angelo Orazio Pregoni – Né carne né pesce


TAGLIO_INVITO_4_3_2015_1

La performance “NÉ CARNE, NÉ PESCE” vede Angelo Orazio Pregoni, perfume maker e artista a metà strada tra kitsch e pop, contaminare gastronomia e profumeria per indagare contraddizioni e criticità, ma anche e soprattutto le potenzialità dell’azione cosmetica che il marketing opera sui prodotti e sulle esperienze quotidiane.
Il pubblico partecipa a una cena dal menu unico, fatto di piatti realizzati prevalentemente con comuni prodotti da supermercato – carne e pesce in scatola – trattati come eccellenze gastronomiche.
Per scardinare i condizionamenti dell’esperienza indotti dalla pubblicità e dal marketing, il Naso reinterpreta con pura genialità ogni piatto, elaborando accostamenti azzardati, ma dai profondi contenuti organolettici.
Aggiungendo infine ai cibi lussuose percezioni odorose, così da portare gli ospiti verso un nuovo confine non solo del gusto, ma anche dell’olfatto. Per ri-stabilire i canoni di piacevole o sgradevole, il commensale dunque non può più attingere alla sub-cultura del marketing, ma solo a darsi alla propria capacità sensoriale per fare una esperienza individuale di gusto e quindi esprimere il proprio giudizio estetico totale (cioè relativo a tutti e cinque i sensi).
L’intera performance si cala inoltre in una realtà ancora più kitsch e condizionante: la cena davanti alla tv. Mentre gli ospiti mangiano, Angelo Orazio Pregoni mette in scena una sorta di programma tv live, un talk-show dai contenuti “alti” e “altri”, ma racchiusi in una “confezione” ultra-popolare.

Il Menu
Riso Venere nero al Mandarino su fondo di Simmenthal con Panna Spray allo Zafferano Leprotto.
Seppia sbianchita al Basilico e pesto di Pop Corn e Parmigiano Reggiano con crema di Tonno Rio Mare al Campari.
Bastoncini Findus con minestrone asciutto al Ginepro e Santa Lucia Light, Pompelmo, sale e Vaniglia.
Penne Barilla al forno alla Nutella con crema inglese di Fave al Vapore Bonduelle e Camomilla Romana.